On tour: Sorrento

Oggi andiamo a fare una passeggiata a Sorrento, sotto la pioggia. Non ho molto da raccontare di Sorrento, se non che è una città romanticissima, malinconica a tratti, ma forse è solo colpa della pioggia. Per me è impossibile non nominare Sorrento e non pensare subito alla famosa canzone di Ernesto De Curtis, cioè, mi viene proprio in automatico. E allora, la faccio raccontare a lui. E io ci tornerò a Surriento, eccome se ci tornerò.

T_E_Diaries_Costiera31

T_E_Diaries_Costiera30
Sorrento, Marina Grande

Vide ‘o mare quant’è bello, spira tanto sentimento, Comme tu a chi tiene mente, Ca scetato ‘o faje sunnà. […]

Vide ‘o mare de Surriento, che tesoro tene ‘nfunno: chi ha girato tutto ‘o munno nun l’ha visto comm’a ccà. […]

Ma nun me lassà, Nun darme stu turmiento! Torna a Surriento, Famme campà!

Sorrento, Marina Piccola
Sorrento, Marina Piccola

– – – – – – – – –

Le parole in versi di questo post sono della canzone “Torna a Surriento” di Ernesto De Curtis.

Per gli altri articoli sul nostro viaggio in Costiera, qui.

Annunci

Una risposta a "On tour: Sorrento"

I commenti sono chiusi.